filodincanto_parrucchieri

  • Lunedì

    CHIUSO

  • Martedì

    09:00 - 19:00

  • Mercoledì

    09:00 - 19:00

  • Giovedì

    09:00 - 19:00

  • Venerdì

    09:00 - 19:00

  • Sabato

    08:30 - 18:00

  • Domenica

    Chiuso

Seguici su

Filodincanto Parrucchieri

Taglio Teddy boy: nuova tendenza

Taglio Teddy boy: nuova tendenza

Il Teddy boy sarà l’hair cut che dominerà la moda dei capelli per tutto il corso del 2023. Si tratta di un taglio di capelli che è nato negli anni ’50, all’interno della sottocultura rappresentata dai Teddy Boys. Questo taglio divenne, in seguito, celebre grazie a Vivienne Westwood e anche al famosissimo film Grease. Esso è rimasto di tendenza anche durante gli anni’70, durante tutta l’era del Punk e oggi torna alla ribalta con la stilista Vivienne Westwood.

Teddy cut: com’è nato?

Il taglio alla Teddy è nato durante il secondo dopoguerra e consisteva in capelli corti ai lati e più lunghi nella parte superiore della testa, dove i riccioli venivano fissati con il gel, sfidando la forza di gravità e un immancabile ciuffo. Il nome Teddy fu preso dall’abbreviazione usata su un giornale inglese per il nome Edward e, presto, divenne simbolo di una sottocultura che si estese da Londra per tutto il Regno Unito e, in seguito, fu associato al rock’n roll americano.

Il taglio Teddy viene associato all’immagine di cattivi ragazzi che spesso si facevano coinvolgere in risse e danni in giro per la città. Si riconoscevano per le giacche scure, gilet in broccato, maglie a dolce vita, jeans e scarpe di cuoio. I capelli erano tenuti sulla fronte con la brillantina, per poi essere spostati di lato per formare la tipica coda d’anatra.
Mentre le ragazze Teddy indossavano le hobble skirts, spille di cammeo, trecce ed espadrillas. Completavano il look giacche con risvolti e pantaloni stretti che davano forma alla moda punk. Infatti, questo taglio divenne il simbolo della ribellione da parte di una generazione che voleva andare contro gli obblighi di una società rigida e patriarcale.
Era un taglio amato sia dagli uomini che dalle donne e consiste in un haircut corto ai lati del capo e più lungo sulla parte alta, in modo da poter modellare un ciuffo con il volume che verrà a formarsi. Per averlo impeccabile, era necessario farsi crescere una frangia lunga qualche centimetro che veniva pettinata lateralmente. Divenne la pettinatura iconica dei Beatles, del Rockabilly e della Baby Boom generation mentre oggi, questo hair cut si adatta a ogni forma del viso e a ogni texture di capelli: va bene sia per i capelli corti che lunghi. Di recente, è stata l’attrice Julia Garner che ha rilanciato questo taglio sfoggiandolo con la sua capigliatura riccia e le labbra sempre tinte con un rossetto rosso scarlatto.

Il Teddy cut di Vivienne Westwood e il nuovo stile 2023

È stata la stilista Vivienne Westwood a rilanciare questo taglio, nel periodo in cui aveva una relazione amorosa con il manager dei Sex Pistols: Malcolm McLaren. E, così, ridiede vita a quest’acconciatura retrò, caratterizzata sempre da un ciuffo pieno di gel all’insù che Vivienne propose in passerella in stile moicano. Per l’anno 2023, viene riproposto sulle passerelle, per la moda autunno inverno 2023 ma il ciuffo è più modellabile. Elie Saab si ispira, ad esempio, a David Bowie, mettendo insieme i ciuffi ribelli al taglio Teddy. Invece, per le collezioni Autunno-inverno 2022-23, lo reinventano, mantenendolo sfacciato ma dal ciuffo più modulato. Alter, invece, lo mantiene più contenuto. Lady Gaga negli anni precedenti ha indossato questo taglio di capelli per cui spesso, quando saliva sul palco per ritirare qualche premio, era nei panni di Jo Calderone (il suo alter ego) con un taglio proprio alla Teddy, color corvino. Il taglio Teddy è talmente modulabile che anche Veronica Beard l’ha scelto, abbinandolo a una frangia mossa.